ALDA MERINI IL MANICOMIO DESCRIZIONE

ALDA MERINI IL MANICOMIO DESCRIZIONE


Alda Merini descrive il manicomio come un luogo di sofferenza, alienazione e privazione di libertà. Le pazienti sono isolate dal mondo esterno e private della loro identità.

Ecco alcuni esempi di come la Merini descrive il manicomio:

  • Un inferno: “Ho conosciuto Gerico, ho avuto anch’io la mia Palestina, le mura del manicomio erano le mura di Gerico e una pozza di acqua infettata il Giordano” (“Ho conosciuto Gerico”).
  • Un luogo di dolore: “Noi tutti, branco di asceti, / in un manicomio di provincia, / bruciamo la nostra giovinezza” (“Noi tutti, branco di asceti”).
  • Un luogo di privazione di libertà: “Fummo lavati e sepolti / in un lenzuolo di oblio, / senza più nome e senza più volto” (“Fummo lavati e sepolti”).
  • Un luogo di alienazione: “Eravamo ombre senza volto, / numeri senza nome, / bestie da soma senza futuro” (“Eravamo ombre senza volto”).

La Merini usa spesso metafore e immagini forti per descrivere il manicomio. Ad esempio, lo paragona a un inferno, a un carcere e a un campo di concentramento.

La poetessa descrive anche la violenza e la brutalità che regnano nel manicomio. Le pazienti sono sottoposte a elettroshock, camicie di forza e trattamenti inumani.

Nonostante la sofferenza, la Merini non perde mai la speranza in una vita migliore. La poesia diventa per lei uno strumento di sopravvivenza e di riscatto. La poesia le permette di esprimere la sua sofferenza e di dare voce al suo dolore.

Ecco alcuni esempi di come la Merini descrive la speranza e la rinascita:

  • “Ma un giorno da dentro l’avello / mi risveglierò cantando / e il mio canto sarà come un grido / che squarcerà il cielo” (“Ma un giorno da dentro l’avello”).
  • “La poesia è l’unica ragione / che mi tiene ancora in vita” (“La poesia è l’unica ragione”).

La Terra Santa è un’opera di grande valore letterario e umano. La Merini ci offre una visione autentica e senza filtri della sofferenza mentale, ma anche della forza e della resilienza dello spirito umano.

Risorse per approfondire:

/ 5
Grazie per aver votato!