IL CLUB DEI GIRONDINI

IL CLUB DEI GIRONDINI


Il club dei Girondini è un gruppo politico rivoluzionario nato in Francia nel 1791 per mano del giornalista Jacques Pierre Brissot , che partecipò con i propri deputati all’Assemblea legislativa ed alla Convenzione nazionale. I Girondini presero il loro nome dal loro luogo di provenienza il dipartimento della Gironda, e solitamente facevano parte della borghesia provinciale dei grandi porti costieri. Furono i principali artefici della guerra contro l’Austria e del decentramento amministrativo. Si scontrano aspramente con il Club dei Montagnardi per vari dissensi politici. Il 2 gennaio 1792 Brissot chiese all’Assemblea legislativa di dichiarare guerra all’ Austria, per la difesa della Rivoluzione in patria e per la liberazione dei popoli stranieri oppressi dall’assolutismo; in realtà uno degli scopi era quello di assicurare quelle condizioni di emergenza adatte per rafforzare il potere esecutivo e per tenere occupati la massa dei sanculotti. Se da una parte l’idea venne appoggiata dal re Luigi XVI, dall’ altra non fu condivisa dal leader giacobino Maximilien de Robespierre. Fu ufficialmente dichiarata guerra all’Austria il 20 aprile 1792. Inizialmente la Francia patisce vari insuccessi militari e viene invasa dall’esercito nemico.

/ 5
Grazie per aver votato!