PARAFRASI PROEMIO ODISSEA TRADUZIONE DI Rosa Calzecchi Onesti

PARAFRASI PROEMIO ODISSEA TRADUZIONE DI Rosa Calzecchi Onesti


Odissea / Omero ; prefazione di Fausto Codino ; versione di Rosa Calzecchi Onesti. – Torino : Einaudi, 1963 (1968, 1970, 1972, 1974, 1975, 1977, 1979, 1981, 1982, 1984, 1986, 1989, 1993, 1994, 1996, 1998, 2000, 2006, 2008, 2009, 2010; Torino : RAI, 1968; Milano : Mondadori, 1969, 1976, 1981, 2012, 2013, 2014; Milano : Club degli Editori, 1970, 1983, 1998; Milano : Club del Libro, 1981; Trezzano : Euroclub, 1997, 1998; Milano : Mondolibri, 1999, 2000, 2001, 2002, 2007; Bologna : Grafica editoriale Printing, 2004; Roma : Gruppo Editoriale l’Espresso, 2005


(prefazione e note di Guido Paduano)

L’uomo ricco d’astuzie raccontami, o Musa, che a lungo
errò dopo ch’ebbe distrutto la rocca sacra di Troia;
di molti uomini le città vide e conobbe la mente,
molti dolori patì in cuore sul mare,
lottando per la sua vita e pel ritorno dei suoi.
Ma non li salvò, benché tanto volesse,
per loro propria follia si perdettoro, pazzi!
che mangiarono i bovi del Sole Iperìone,
e il Sole distrusse il giorno del loro ritorno.
Anche a noi di’ qualcosa di queste avventure, o dea, figlia di Zeus.


PARAFRASI PROEMIO ODISSEA TRADUZIONE DI Rosa Calzecchi Onesti

/ 5
Grazie per aver votato!